La corretta conservazione dell’acqua

statua fontana con acqua in brocca

L’acqua è un elemento fondamentale per la vita e nessuno, uomini o animali, ne può fare a meno. Oggi come oggi l’acqua arriva nelle nostre case per mezzo dei rubinetti, anche se molte persone preferiscono far ricorso all’acqua venduta in bottiglia, in vendita presso attività commerciali di vario tipo.
Eppure l’acqua è pubblica e prima di consumare l’acqua confezionata, dovremmo fare un’analisi di coscienza e stabilire quanto sia necessario comprare l’acqua e se davvero l’acqua in vendita nei supermercati abbia una qualità migliore di quella proveniente dal rubinetto di casa.
Le polemiche sullo stato di alcuni tratti di acquedotto nazionale e di quanto costi movimentare le bottiglie d’acqua con i camion spesso non bastano e aumenta la gente che non si fida di bere l’acqua proveniente dal miscelatore di casa.

Fare leva sulla salute

Potrà sembrare forse provocatorio, ma che reazione avreste se vi dicessimo che un fardello d’acqua sia meno sano di una bella bevuta di acqua dal lavello di casa?
Siamo davvero sicuri che le balle d’acqua vengano conservate in maniera idonea, rispettando tutte quelle norme fondamentali perchè restino inalterate le sue proprietà?

Può accadere così, che da essere considerata elemento indispensabile per la vita, la risorsa idrica, confezionata nelle bottiglie da 1.5 o 2 litri può trasformarsi in un grosso problema per la salute, se non viene correttamente conservata.

L’acqua fa (anche male)

Infatti, per garantire che l’acqua sia sempre buona deve essere mantenuta in modo idoneo, a determinate condizioni, altrimenti potrebbe sviluppare dei microrganismi dannosi e dei batteri, nocivi per la nostra salute alimentare.

Il fatto che questa risorsa vada preservata dagli agenti atmosferici non riguarda soltanto i magazzinieri ed i camionisti incaricati rispettivamente di depositarla in magazzino e di trasportarla su ruote.
Anche il privato cittadino dovrebbe conoscere che fare per proteggere al meglio l’acqua.
Sia che la si tenga in casa sia che si porti con sé una bottiglietta al lavoro, l’acqua deve essere trattata in un modo specifico e non servono guru della scienza per confermare questa tesi. Conoscere le regole basilari della conservazione dell’acqua minerale è indispensabile per prevenire sia le contaminazioni, sia la diminuzione della qualità dell’acqua.
Anche se l’acqua gassata è più facile che si rovini, dobbiamo essere attenti sempre, indipendentemente dal fatto che sia più o meno frizzante.

finanza controlla balle d acqua

Una marca d’acqua potrebbe essere molto valida, dal punto di vista della qualità dell’acqua prodotta ed essere considerata una delle migliori aziende che producono acqua ma potrebbe essere oggetto di una cattiva conservazione e quindi danneggiarsi, molto più dell’acqua potabile della rete domestica.
Il problema va quindi sollevato, anche per cercare sempre più persone a bere acqua pubblica o a prestare attenzione a stivare in modo idoneo l’acqua, quando riposta in bottiglietta.

La vita dell’acqua

Abbiamo sempre ribadito che l’acqua è vita. Bene. E’ arrivato il momento di interessarci della vita dell’acqua.

Dimostreremo come anche questo liquido può cambiare sapore e colore se non viene conservato in modo ottimale, ma potrebbe persino subire delle contaminazioni, assai pericolose per la salute umana.
Durante il trasporto dalla fabbrica di imbottigliamento fino alle case, l’acqua viene mantenuta al riparo dal calore e dai raggi del sole, per non alterarne le proprietà.
Alcuni materiali in cui l’acqua viene inserita, per esempio, potrebbero reagire anche molto lentamente, specie se esposti al calore, ma ugualmente essere nocivi nel medio e lungo periodo.
Tenendo presente poi la cattiva abitudine di riciclare la stessa bottiglia d’acqua, per non sprecare la plastica, senza pensare a quanto sarebbe più giusto utilizzare una bella brocca in vetro, possiamo ben capire come le possibilità di ammalarsi per l’uomo aumentino.

Le precauzioni necessarie

Se avete a disposizione una bottiglia di plastica per l’acqua, come la maggior parte dell’acqua che viene acquistata al supermercato, sappiate che le bottiglie vanno conservate al riparo dalla luce, dal sole, da fonti di calore. Il luogo migliore dove conservare l’acqua sono i luoghi freschi e asciutti senza odore.
Le bottiglie di plastica dell’acqua, una volta aperte, vanno sempre sigillate per evitare contaminazioni di alcun tipo.
Per questa ragione è buona regola riporre i fardelli di acqua minerale nello sgabuzzino, preferendo uno spazio buio, poco soggetto a sbalzi termici, anche perchè meno frequentano a livello di abitudini domestiche.

L’acqua in bottiglia non andrebbe travasata in caraffe o brocche, contrariamente a quanto fanno molti italiani, anche per motivi igienici.
Come qualunque cosa commestibile e naturale, presenta ha una data di scadenza (anche nel caso in cui l’acqua risulti sigillata e mai aperta), oltre la quale non si consiglia il consumo.
Quando acquistiamo delle bottigliette d’acqua oligominerale in offerta sarebbe meglio controllare sempre quando scadono e assicurarci che avremo il tempo necessario a berle senza che guastino il sapore.

L’acqua in bottiglia, una volta svitato il tappo, andrebbe conservata non oltre una settimana. Se l’acqua del rubinetto potabile viene messa in bottiglie di plastica, è consigliabile un ricambio frequente e magari riciclare l’eventuale acqua avanzante per irrigare le piante.

Dove si conserva in maniera ottimale la preziosa acqua?

Il migliore contenitore per l’acqua, in quanto non reagisce a contatto con essa, rimane sempre il vetro, seguito dall’acciaio e dal polietilene. Il recipiente dove l’acqua viene immessa deve necessariamente essere molto pulito, non contenere né polvere, né sporco o sostanze chimiche. Prima di utilizzarlo è sempre bene sciacquarlo un paio di volte.
Se avete intenzione di conservare l’acqua oligominerale per lunghi periodi, è necessario bollirla. Questa soluzione è necessaria per l’acqua liscia, in quanto bollendola si eliminano tutti i gas dall’acqua.

Il recipiente dove l’acqua minerale viene conservata per lungo tempo deve essere sigillato alla perfezione e deve essere tenuto lontano da sostanze infiammabili, le quali possono lasciar andare dei vapori che passano attraverso la plastica.
Se avete intenzione di conservare l’acqua per lunghi periodi, è meglio acquistare quella in bottiglia che è già igienizzata.

Per essere sicuri di avere un’acqua buona sarà sufficiente tenerla in un luogo asciutto, al riparo dai raggi solari, in un posto senza forti odori e lontano da sostanze infiammabili.
Se invece usi altri contenitori, assicurati sempre che si tratti di contenitori per uso alimentare, soprattutto sono ottimi quelli in plastica col marchio HDPE perché proteggono l’acqua dall’azione degradante del sole, soprattutto in estate, quando il caldo si fa insopportabile, anche dentro casa.
Ultima attenzione! Non riutilizzare mai contenitori che hanno conservato qualcos’altro. Meglio acquistarne uno ex novo che impiegare un qualcosa che potrebbe essere contaminato da batteri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *