Come lavorare all’acquedotto pugliese

L’acquedotto pugliese, conosciuto anche come AQP è un’infrastruttura pubblica che si occupa dell’approvvigionamento idrico-potabile della Puglia e anche di alcuni comuni Campani.

Come per ogni acquedotto anche in questo caso indichiamo l’insieme di tutti gli impianti e le opere il cui obiettivo finale consiste nel raccogliere l’acqua da dove si trova in natura e portarla nelle case dei singoli utenti.  Il Gruppo Acquedotto Pugliese ha addirittura sviluppato un proprio sistema di gestione riferendosi a standard internazionali riguardanti sicurezza, ambiente e qualità. Proprio per questo motivo, nel corso del tempo, ha ottenuto numerosi riconoscimenti.

Sono in molti coloro i quali desiderano lavorare all’interno dell’acquedotto pugliese, considerandolo un ottimo posto di lavoro. Per diventare dipendenti dell’AQP, però, bisogna partecipare ad un concorso che periodicamente viene indotto.

In cosa consiste il concorso?

Si tratta di una delle fasi del lungo processo di reclutamento utile a lavorare per APQ. Alla base dei rapporti stabiliti dalla società dell’Acquedotto Pugliese criteri importantissimi da tenere in considerazione sono la trasparenza ed un massimo livello di equità.

Come vengono scelti i partner di questo Gruppo Acquedotto Pugliese?

Sono scelti e reclutati basandosi su un ottimo criterio di selezione basato sull’idoneità tecnico professionale e sull’interesse che il soggetto dimostra avere nei confronti dell’ambiente.

I principi che il gruppo AQP si prefigge, come già detto, si basano su criteri di tipo equitativo. Per questa ragione i criteri principali sono di proporzionalità e non discriminazione. Il numero di persone assunte dipende naturalmente dalle esigenze dei singoli periodi e situazioni.

Sono state fatte discriminazioni nella scelta del personale?

Come già detto nei paragrafi precedenti il gruppo AQP tenta, nei limiti del possibile, di non esercitare alcuna forma di discriminazione tra soggetti che, se rispettano i requisiti richiesti, sono considerati paritariamente idonei. Per questo motivo, oltre agli uomini, la società si occupa di assume anche una certa percentuale di donne affiancata anche ad un certo numero di disabili, considerati una delle categorie protette nel mondo lavorativo.

Quali sono i requisiti richiesti?

I requisiti richiesti al fine di essere qualificati all’Albo Fornitori dell’Acquedotto Pugliese Spa variano per le singole categorie ma devono in generale essere dei requisiti di tipo tecnico organizzativo oppure dei requisiti di natura economico finanziaria.

Per quanto riguarda l’intera società è bene sapere che esiste l’importantissima figura del consulente AQP. Ci chiediamo a questo punto cosa faccia e nell’esattezza che tipo di mansioni svolga. Si tratta di una figura professionale qualificata il cui compito consiste soprattutto nell’effettuare delle specifiche analisi riguardanti, ad esempio, i possibili rischi e rivedere i modelli di controllo, organizzazione e gestione dell’azienda.

Chi si occupa di controllare l’inquinamento delle acque in AQP?

Esiste, oltre a quella del consulente, anche l’importantissima figura del collaboratore specializzato. Siccome si tratta di una questione che, per la sua natura, risulta essere particolarmente delicata è opportuno che il collaboratore sia altamente qualificato e disponga di tutti gli strumenti che sono necessari ad un’accurata e corretta verifica del tasso di inquinamento idrico.

Esiste un posso fisso nell’acquedotto?

Si tratta di una domanda a cui dobbiamo sicuramente dare una risposta. Non è possibile dare una risposta univoca in quanto dipende dal tipo di concorso che viene indotto. In alcuni casi si tratta di concorsi destinati alla stipulazione di contratti a tempo determinato mentre in altre occasioni è possibile ottenere un posto fisso partecipando a bandi di concorso destinati alla stipulazione di un contratto lavorativo a tempo indeterminato.

Le informazioni a riguardo possono molto spesso essere trovare sui forum, siti internet nei quali avvengono confronti tra persone e dove molto spesso vengono anche pubblicate informazioni rilevanti ai fini lavorativi. Secondo l’opinione di molti è comunque possibile affermare che per quanto riguarda un posto di lavoro in AQP c’è tanta aspettativa, anche se questo ente, di per sé, resta molto arretrato.

concorso aqp

Ogni quanto tempo indicono un bando di concorso?

Il bando di concorso per ottenere un posto nella società è indetto più o meno ogni anno. Visitando il sito ufficiale della società, ad esempio, è possibile venire a conoscenza di quali sono alcune delle ultime date in cui un bando di concorso è stato indetto.

Cosa pensano davvero i baresi a riguardo?

Abbiamo precedente sottolineato come il principio fondamentale della società Acquedotto Pugliese sia basato sull’idea di una grande trasparenza nei modi di gestione e di selezione del personale. In realtà l’opinione dei baresi si discosta da questa idea in quanto credono lavorino solo figli di operatori o i raccomandati che lavorano pochissimo e passano le loro giornate a giocare a burraco online.
In questo ambito è molto importante anche considerare il problema delle raccomandazioni.

Cosa intendiamo comunemente per raccomandazione?

Una condizione o una specifica azione volta a favorire un soggetto privilegiato per questioni familiari, economiche oppure di natura sociale. Molti affermano, purtroppo, che l’Italia sia rovinata dai raccomandati i quali hanno letteralmente demolito l’importantissimo concetto di meritocrazia. Oggigiorno in molti ambiti lavorativi non si guarda più a chi sia meritevole, abbia una laurea o delle specifiche competenze ma si guarda piuttosto a chi sia figlio di chi.

In molti settori lavorativi vi sono stati casi di concorsi truccati e successivi annullamenti. Che si tratti di vera e propria corruzione o di una semplice forma di favoritismo non ci è dato veramente di saperlo ma sicuramente il fenomeno raccomandazione è un vero tarlo per il nostro paese.

Sul web, circa questo argomento, è anche possibile trovare il video di un servizio di Striscia La Notizia nel quale viene mostrato e sottolineato come per ottenere un buon punteggio al concorso per accedere all’acquedotto pugliese si dovesse “sbagliare correttamente”. L’acquedotto pugliese, infatti, avrebbe fatto un concorso con domande a risposta multipla per ricercare alcune figure tecniche. Una risposta corretta ad una domanda sarebbe stata considerata sbagliata andando ad inficiare le posizioni in graduatoria.

Chi è presidente di AQP e quanto guadagna?

Il presidente del consiglio di amministrazione di AQP è Di Cagno Abbrescia Simeone. Circa il suo stipendio mensile non è possibile dare una risposta corretta in quanto, da una accurata visita del sito ufficiale AQP, è possibile notare che la pubblicazione dei dati personali è sospesa ai sensi di una particolare delibera. A riguardo è però possibile dire che vi sia stata una polemica sul suo aumento di stipendio e che il M5S si sia impegnato in tale causa.

E’ davvero pubblico l’acquedotto pugliese?

L’acquedotto pugliese, come Servizio Idrico Integrato è un ente privato con servizio pubblico. Questo nell’esattezza significa che proprietà e gestione sono privatizzate ma che il godimento e le utilità de esso prodotte sono pubbliche. Anche se a dirla tutta, la contraddizione resta, visto quello che era stato sancito qualche anno fa con il referendum su cui si era tanto battuto il comitato di acquabenecomune.it . La cessione delle azioni di AQP a tutti i comuni pugliesi, come promesso da Emiliano non è ancora stata ceduta.

Leave a Reply